mercoledì 13 dicembre 2017

I cinquecenti

Pausa pranzo, mi scaldo fino allo stadio, poi parto per un IT di 4km, alternando 500 metri veloci a 500 di recupero attivo, con l'intenzione di fare il veloce a 4'/k e il lento a 5'/km.
Viene un po' meglio: 1'58/2'26"-1'53/2'24"-1'51/2'28"-1'59/2'26" per 17'30 complessivi ed una media di 4'22"
Ma la fatica per l'ultima frazione mi dice che sono ancora un po' lontano dal ritmo gara che vorrei. Raffreddore e mal di pancia in questi giorni però mi stanno un po' disturbando dal punto di vista organico, e me lo prendo come alibi.

Alla prossima

lunedì 11 dicembre 2017

Un Duathlon Della Madonna



Da tradizione i TTB organizzano ogni anno questo DDM (Duathlon Della Madonna) attorno all'Immacolata, garetta interna ufficiosa, a cui quest'anno sono stato invitato.
Il ritrovo è al Segrino, un giro di lago di corsa e poi in bici fino al traguardo posto al San Primo, che per condizioni di impraticabilità viene abbassato al Piano Rancio. Tradotto vuol dire circa 5 km di corsa e circa 17km di salita in bici. 

Le previsioni davano neve e freddo, ma freddo di brutto eh, e così è stato.

Purtroppo poi per una organizzazione un po' approssimativa (ma ci sta per una garetta di questo tipo) mentre mi cambio e mi preparo loro danno il via e partono...peccato che io debba ancora cambiarmi e riscaldarmi...vabbè.
Parto un minuto e mezzo dopo tutti, A freddo e COL freddo (meno 4 gradi) sicché  dal previsto passo da 4'/km devo accontentarmi di partire a 5' per evitare infortuni stupidi, e solo in progressione arrivo ad avvicinare nell'ultimo km il passo a cui ambivo, chiudendo con una media complessiva di 4'41", e recuperando alcuni avversari solo nell'ultimo tratto prima della zona cambio. 

Nella transizione mostro tutta la mia inesperienza sicché mentre i primi schizzano via in bici in una manciata di secondi io accumulo un altro paio di minuti di ritardo. 

Nella frazione in bici altro disguido organizzativo, sicché in un paio di bivi (Asso e Barni) alcuni fanno una strada, altri ne fanno un'altra , il kilometraggio complessivo alla fine è lo stesso, ma non ci si ritrova tutti sulla stessa strada, sicché non mi godo i sorpassi sugli atleti che mi precedono.
Sulle dure rampe dopo Magreglio la strada diventa la stessa per tutti e così ne avvicino tre senza però riuscire a prenderli, e chiudo in 1:22', congelato, credo al nono posto su una trentina scarsi. Sono soddisfattissimo e congelatissimo, e i primi sono già sul traguardo da una decina di minuti abbondanti.
Esperienza molto bella e il fatto che abbia vinto il mio amico Luca, ieri in grande spolvero, con cui di solito battaglio in bdc quando sono in forma anche io, mi mette due volte di buon umore.

Alla prossima

mercoledì 6 dicembre 2017

Dorini e bdc

Settimana di scarico o, se volgiamo, di rifinitura, in vista di domenica.
Infilo 8 Dorini ma non riesco a stare ancora nei 65, la media che ne vine fuori è tra 66 e 67, e in calo nel finale... anche se poi forse dovrei migliorare i tempi dei 200 in recupero più che i 300 in spinta, come diceva Speciani (se non ricordo male) usando la logica dei recuperi affaticanti.
Oggi provo un'uscita in bdc in pausa pranzo e va che è una bellezza, certo non ho fatto salite particolari, una miserina Rancate, ma portare a casa un 29 di media senza troppi affanni mi incoraggia.

Alla prossima

lunedì 27 novembre 2017

Il raduno

Nel week end dell'imbianchino, una seduta in pista a Villasanta dovrebbe figurare come stacco piacevole, e così è. 
Però la stanchezza del salire e scendere le scale e di spingere sulla prolunga del rullo...si fa sentire e così dei 15x400 a cui ambivo, decido di farne solo 10. Recupero 30" tra un 400 e il successivo, media di 1'35 a giro. Lavoro suggeritomi da Ciro (suggeriva 1'40" a dire il vero) che, forse per la distanza a me congeniale, mi risulta tutto sommato semplice nell'esecuzione.
Nel mentre un raduno dell'elite lombarda degli 800isti, tra cui spicca un ragazzotto da 1'51" sugli 800, bello da vedersi, dalla corsa leggera e potente.
Nella più classica tradizione italiota, vengono OVVIAMENTE tutti brasati da un summit di MENTI dell'atletica lombarda, presumo.
Si sparano nell'ordine qualcosa come 8x100+1000, poi 5x200+600, poi 5x100+400 ...chiuso peraltro in una giornata ventosissima in 52"...alla fine sono tutti stesi a terra devastati...Non aggiungo altro

Alla prossima

lunedì 20 novembre 2017

Condizionato

Regge la condizione, regge che è un piacere, nonostante praticamente non stia pedalando più da un mese.
Merito della corsa che tiene su la condizione aerobica, e di quel po' di nuoto che faccio in piscina.
Ieri quindi una uscita brianzola con la mia Pinarello per circa 65 km col gruppo (eravamo in nove!), a scalare il Colle Brianza + Supercolle, dove addirittura spunta un PB inaspettato, quanto non cercato.

Il ritmo settimanale che vorrei tenere per l'inverno è di 3 sedute di corsa, una di bici e una di nuoto. Al momento il nuoto faccio fatica ad inserirlo, anche perché psicologicamente, col freddo proprio non mi viene naturale spogliarmi e buttarmi in acqua.

La notizia è che il 10 dicembre c'è il rischio di un esordio in un Duathlon ufficioso (Segrino di corsa e poi bici fino al Monte San Primo)

Alla prossima

venerdì 17 novembre 2017

Test sui 3000

Era da un po' di anni che non ne facevo uno di test.
E forse non l'avevo mai fatto sui 3000, dunque sarebbe anche il mio PB, direi. E speravo in fondo coincidesse col famoso test dei 12' di cui molti parlano.
In ogni caso non sto nei 4'/km. Chiudo in 12'22 per la precisione, quindi 4'07 al kilometro.
Non che fossi particolarmente curioso né voglioso di farlo questo test, e non mi sono nemmeno ammazzato, a dire il vero.  E' nato all'interno dell'attesa della scuola calcio dello gnomo, per cui avevo una mezz'oretta, andando in pista di Villasanta, in cui dovevo farci stare riscaldamento, corsa, doccia.
Va bene così, è comunque un riferimento sul corto veloce da cui iniziare, ma mi dice anche che è improbabile farne 5km in 20' come mi sarebbe piaciuto, prima di Natale.

Alla prossima

sabato 11 novembre 2017

I mille

La buona notizia è che ho corso sotto i 4'30" e non ho avuto problemi al polpaccio. Zero problemi.

Ho fatto 4x1000 recuperando un minuto da fermo, 4'10"- 4'10"- 4'06"- 4'00". Tutti in massimo controllo. Poi però anziché tornare a casa in defaticamento come avevo previsto, siccome sto bene allora decido di aggiungerne un quinto, in 4'08". Sicché fanno 5x1000.
Sensazioni decisamente buone, senza strafare sulle ripetute come, sbagliando, facevo anni fa. Mi tengo cioè su un ritmo di una 20ina di secondi più veloce del RG, non di più non di meno.

E il fatto di non aver accusato più problemi al polpaccio vuol dire che posso probabilmente iniziare (e finalmente!) a fare almeno  3 sedute di corsa al a settimana, senza problemi muscolari.
L'idea è di fare un medio, un lungo e un variato o ripetute.

Intanto stamattina ho preso contatti con un club di Triathlon, direi che da gennaio si parte. Anzi, probabilmente con loro farò un Duathlon già a dicembre.
Un solo problema... occorre riprendere a pedalare al più presto.

Alla prossima